Varsavia (askanews) - Migliaia di persone si sono radunate a Varsavia davanti al parlamento per denunciare la controversa riforma che, denunciano gli oppositori, consegna al ministro della Giustizia il controllo dei magistrati.

La norma, approvata dal senato dominato dai conservatori del partito governativo diritto e giustizia (pis) e in attesa di firma del presidente Andrzej Duda prima di entrare in vigore, ha suscitato preoccupazioni anche in sede europea.

In particolare, il provvedimento permette al parlamento e al guardasigilli di nominare i magistrati, senza consultare il ramo giudiziario. il governo giustifica la legge con la necessità di arginare la corruzione e l'asservimento della magistratura a gruppi di interesse.