Roma, (askanews) - In burqa nel parlamento australiano: la provocazione è venuta dalla deputata Pauline Hanson, che si è poi scoperta solo per chiedere che il velo integrale sia messo al bando in Australia per proteggere la sicurezza nazionale.

Hanson è leader del partito di estrema destra One Nation e oltre all'immigrazione prende di mira anche l'islam che dichiara incompatibile con la cultura occidentale. Il ministro della Giustizia del governo conservatore, George Brandis ha reagito dichiarando che non intende mettere il burqa fuori legge e definendo quella di Hanson una orribile presa in giro della comunità islamica.