Hanoi (askanews) - Il robot Sophia è una celebrità. Sviluppato dalla compagnia hongkonghese Hanson Robotics Limited, ha rilasciato lunghe interviste in giro per il mondo e ottenuto diverse onorificenze da quando è stato attivato nel 2015. Non ultima soddisfazione, la cittadinanza onoraria in Arabia Saudita. L'umanoide forse più conosciuto del momento è stato ad Hanoi, in Vietnam, ospite d'onore del summit sull'industria 4.0.

Qui ha dato prova di tutte le sue capacità. Sophia è in grado di riprodurre più di 62 espressioni facciali umane e ha un ampio bagaglio di informazioni che la rendono capace di sostenere agilmente delle conversazioni. Come quella sul futuro dei robot.

"E' difficile da prevedere poiché ci stiamo ancora evolvendo - ha dichiarato a una conferenza al summit - Ma spero che i robot possano promettere un futuro migliore. I robot lavorano per svolgere ruoli positivi nella vita delle persone, che si tratti di robot di tipo sociale, industriale o medico".

Quanto ai benefici dei robot nell'industria 4.0, la risposta è pronta.

"Possiamo costruire il futuro insieme - ha detto - possiamo sostituire gli umani in molte obiettivi ripetitivi. Collaborare a nuove scoperte. Non abbiamo bisogno di ossigeno, siamo resistenti al calore e agli shock. Possiamo andare dove gli esseri umani non possono".