Mosca, (askanews) - Prima negli Emirati Arabi Uniti e ora si guarda alla Russia. Il Gruppo San Donato - San Raffaele, il primo gruppo ospedaliero in Italia e uno dei primi in assoluto in Europa, vuole esplorare Mosca e dintorni. Secondo il suo presidente Paolo Rotelli si può elevare la qualità sul territorio russo e diventare attrattivi, proponendo cure di alto livello. Ecco come.

"Dal mercato russo ci aspettiamo opportunità di crescita importanti perchè anche sul mercato che in apparenza è saturo, perché ci sono tanti posti letto comparati alla popolazione, sembrerebbe che ciò che manca è un'accesso rapido a cure di altissima qualità. E su questo noi in Italia siamo forti. Noi abbiamo la capacità di formare medici locali venendo qua o facendoli venire in Italia o trovando una formula intermedia in modo da poter elevare la qualità di prestazioni sul territorio e quindi diventare attrattivi. Noi ci aspettiamo di proporre cure di alto livello, un managment sanitario di alto livello che permette di dare delle cure di alto livello e che vada ad attrarre pazienti russi verso di noi, che invece sarebbero andati in Germania o in Israele".

"Ci piacerebbe impiantarci in Russia e svilupparci in loco o tramite l'apertura di una struttura ospedaliera in loco, oppure potremmo proporre di prendere in gestione ospedali già esistenti qua. Perchè ciò che ci contraddistingue è la capacità di gestire l'ospedale".