Tokyo (askanews) - Forte e coraggioso come un samurai, il piccolo Yamato saluta e sorride alle telecamere uscendo dall'ospedale dove era ricoverato per controlli e non si scompone nonostante la brutta esperienza vissuta. La sua vicenda ha tenuto col fiato sospeso tutto il mondo. Yamato Tanooka è sopravvissuto per sei notti in un bosco, abitato da orsi, dove era stato abbandonato come punizione dai genitori, prima di essere ritrovato dai soccorritori.

Per i severi ma pentitissimi genitori, non ci saranno conseguenze penali e la questione sarà affidata ai servizio sociali. La coppia aveva punito il figlio perché lanciava pietre dall'auto durante il percorso di ritorno da una gita, e per questo avevano deciso di abbandonarlo lungo la strada, per poi tornare a riprenderlo in cinque-dieci minuti, ma non lo avevano più trovato.

Centinaia di soccorritori sono stati impegnati nelle ricerche e fortunatamente il piccolo è stato ritrovato in buone condizioni in un magazzino militare in cui aveva trovato riparo e cibo.

Yamato, che ha detto di aver perdonato il padre, dopo aver ricevuto sostegno psicologico, tornerà al più presto possibile alla vita scolastica.

(immagini AFP)