Nanae (askanews) - Sono ancora in corso in Giappone le disperate ricerche di un bimbo di 7 anni, abbandonato per punizione dai genitori in un bosco in cui sono presenti molti animali selvatici, fra cui degli orsi.

I soccorsi vanno avanti da due giorni nell'area montagnosa nei pressi di Nanae, nell'isola di Hokkaido, la più settentrionale delle quattro più importanti dell'Arcipelago giapponese. Il piccolo portava pantaloncini blu, un pullover nero e scarpe da ginnastica rosse.

La famiglia stava tornando a casa dal parco. A un certo punto i genitori hanno rimproverato il bambino perché lanciava pietre contro le auto. Per dargli una lezione - ha raccontato un portavoce della polizia - l'"hanno lasciato sulle montagne".

I genitori hanno detto di essere "tornati immediatamente indietro", ma il bimbo non era più dove l'avevano lasciato e da allora se ne sono perse le tracce.

In un primo momento il padre del piccolo aveva detto solo di averlo perso di vista, ma poi ha ammesso di averlo abbandonato deliberatamente per punizione.

(Immagini Afp)