Il partenariato economico in via di realizzazione tra Unione Europea e Giappone rappresenta una grande opportunita' per le piccole e medie imprese italiane, ma avra' anche una valenza strategica nel rilanciare i processi di liberalizzazione commerciale su alti standard di qualita'. E' il messaggio che arriva dal convegno svoltosi il 22 e 23 gennaio alla Farnesina, promosso dalla Fondazione Italia-Giappone, che riunisce rappresentanze di alcuni settori economici (beni di lusso e automotive, farmaceutica, agroalimentare e appalti pubblici) per fare il punto sulle prospettive piu' favorevoli per business ed esportazioni. Il settore agroalimentare dovrebbe essere quello che sara' piu' avvantaggiato, ma Assolatte - con l'appoggio di Federalimentare - ha criticato aspramente come insufficienti le tutele giuridiche sui formaggi tipici. Il vice caponegoziatore per la Ue, Marco Chirullo, sottolinea invece i progressi ottenuti anche nel settore formaggi, sia in termini di tutele sia in termini tariffari.
LEGGI L’ARTICOLO