L'elezione del presidente in Francia è un passaggio cruciale del 2017, sia per le ricadute politiche dopo l'avvio di Brexit e l'elezione di Donald Trump sia per le conseguenze economiche con la candidata dell'estrema destra Marine Le Pen che promette la Frexit, l'uscita della Francia dalla Unione europea che davvero potrebbe segnare la fine di un'epoca. Ma qualsiasi risultato dalle urne presenta delle incognite. A dieci giorni dal primo turno, in programma il 23 aprile, i quattro candidati qui in alto sono racchiusi in circa sei punti nei sondaggi: avanti il centrista Emmanuel Macron e la leader di estrema destra Marine Le Pen, subito dopo il candidato della sinistra radicale Jean-Luc Melenchon e il conservatore moderato Francois Fillon. I due che arrivano primi si scontrano per il ballottaggio del 7 maggio