Milano (askanews) - L'Fbi ha confermato di avere aperto un'indagine sui possibili contatti fra Donald Trump e la Russia durante la campagna elettorale mentre ha escluso le presunte intercettazioni ai danni dell'attuale presidente da parte di Obama. Le precisazioni sono arrivate direttamente dal direttore dell'Fbi, James Comey, durante l'audizione pubblica alla commissione d'Intelligence della Camera.

"Sono stato autorizzato da parte del Dipartimento di giustizia a confermare che l'Fbi sta investigando sugli sforzi dell'intelligence russa di interferire nelle elezioni presidenziali del 2016. Questo include indagini su qualsiasi collegamento fra le persone associate alla campagna di Trump e il governo russo"

Comey ha poi citato direttamente i tweet di Trump contro Obama. "Per quanto riguarda i tweet sulle presunte intercettazioni contro di lui da parte della precedente amministrazione non ho informazioni che supportino quei tweet. E abbiamo controllato attentamente dentro l'Fbi".