Parigi (askanews) - Tra feste e tensioni, lacrime ed esultanze, ha preso il via in Francia il campionato europeo di calcio Euro-2016 con la vittoria in extremis per 2 a 1 della Francia sulla Romania. Il focus, però, è centrato prevalentemente sull'imponente dispositivo di sicurezza.

A Parigi non regna la paura del terrorisimo, anche se la città è stata messa alla prova nell'ultimo periodo da una serie di epiosodi di violenza senza precedenti, ma l'attenzione sì. Quella è massima con elicotteri che sorvolano la fan zone, nei pressi della Torre Eiffel e lo Stade de France e gendarmi che tengono sotto controllo ogni angolo della Capitale. Per l'esordio della manifestazione sportiva tutto ha funzionato per il meglio anche se il Paese si è trovato a dover fronteggiare problemi "interni" di tutt'altra natura. Primo tra tutti lo sciopero degli spazzini e degli addetti alle fogne che ha rischiato di lasciare la Capitale sommersa dai rifiuti e il sindaco, Anne Hidalgo, ha fatto ricorso a ditte private per far ripulire la città.

Sull'altro fronte, invece, è lo sciopero dei piloti di Air France a tenere in fibrillazione tifosi e organizzatori della manifestazione anche se i vertici della compagnia hanno fatto sapere di assicurare "circa l'80% dei voli programmati" per la giornata di domenica.

Secondo la direzione della compagnia aerea il 27% dei piloti ha aderito all'agitazione ma sono stai mantenuti "oltre l'80% dei voli a lungo raggio, circa il 70% di quelli a medio raggio e oltre l'85% di quelli interni" in partenza o in arrivo all'aeroporto parigino di Roissy-Charles de Gaulle.

(Immagini Afp)