Parigi, (askanews) - Non è una sorpresa, ma ora è ufficiale: l'ex presidente francese Nicolas Sarkozy si presenterà alle primarie della destra per la corsa all'Eliseo: l'annuncio, come spiegato dai collaboratori di "Sarko", è contenuto in un suo libro che uscirà mercoledì, un libro dal titolo simbolico "Tutto per la Francia".

"Ho deciso di candidarmi alla presidenziale del 2017. La Francia esige che le si dia tutto" scrive infatti Sarkozy, 61 anni. A capo dello Stato dal 2007 al 2012, il leader conservatore fu battuto alle ultime presidenziali dal socialista Francois Hollande. "Questo libro è il punto di partenza" commenta poi su twitter.

Sul fronte conservatori, Sarkozy avrà pochi rivali. Dovrà imporsi all'interno del partito, che ora si chiama Les Republicains, i Repubblicani, scontrandosi con un totale di dodici altre personalità. Si vota il 20 e 27 novembre. Il più accreditato fra i candidati però è l'ex premier e sindaco di Bordeaux Alain Juppé che potrebbe tornare a nuova vita politica sul palcoscenico nazionale; fra lui e Sarkozy scorre pessimo sangue. L'ex presidente comunque deve fare i conti anche con la giustizia; è ancora perseguito per alcune faccende di finanziamenti elettorali.

Sul fronte socialista, è possibile che il presidente uscente Francois Hollande si ricandidi, nonostante la sua bassa popolarità.