E' l'alternativa al Koyasan per chi voglia vivere in Giappone una esperienza spirituale immerso nella natura: seguire per uno, due o meglio tre giorni le orme degli Yamabushi. I monaci pellegrini delle montagne giapponesi, avevano e hanno come luogo preferito per l'ascetismo Shugendo le tre montagne sacre della provincia di Yamagata: Dewa Sanzan. Il Monte Haguro e' la montagna del presente, il Monte Gassan quella del passato e il Monte Yudono quella del futuro: si ascendono in un percorso di rinascita spirituale, alloggiando in locande del pellegrino dove si può conversare con Yamabushi, provare la cucina vegetariana Shojin ryori e meditare al mattino.
Yamabushi (più o meno ex) ora sono disponibili a fare da guide anche ai turisti stranieri. Il punto di partenza e' il museo Ideha Bunka, dove ci si veste di bianco: il colore che simboleggia la morte all'inizio di un percorso di rinascita. La prima ascesa e' all'Haguro, alto solo 414 metri: si percorrono 2.446 gradini tra cedri secolari, numero templi e una famosa pagoda a cinque tetti.