Pyeongtaek (askanews) - Bombardieri strategici B-1, scortati da caccia F-15 da superiorità aerea e formazioni di F-16 armati fino ai denti in volo nei cieli della Corea del Sud, al confine con la Corea del Nord.

Gli Stati Uniti mostrano i denti al regime di Pyongyang dopo l'ennesimo test nucleare del 9 settembre, il secondo in pochi mesi e quinto in totale. Gli aerei sono decollati dalla base americana situata sull'isola di Guam, nell'Oceano Pacifico e hanno sorvolato a bassa quota l'aeroporto di Pyeongtaek, a circa 80 Km dal confine.

La dimostrazione di forza segue i continui ultimatum degli Usa che hanno minacciato possibili ritorsioni se la Corea del Nord non dovesse cessare i propri esperimenti nucleari e i lanci di missili balistici, condannati anche dall'Onu.

(Immagini Afp)