Roma, (askanews) - Il Venezuela sta vivendo una gravissima crisi economica, causata principalmente dal crollo dei prezzi del petrolio, che costituisce il grosso delle esportazioni del paese. Iniziano a mancare generi di prima necessità, come cibo e medicine, oppure si trovano, ma di contrabbando, a prezzi troppo elevati. Migliaia di persone hanno quindi approfittato della riapertura temporanea della frontiera con la Colombia. Da quasi un anno il presidente Nicolas Maduro ne aveva imposto la chiusura, per "ragioni di sicurezza", a seguito di un attacco da parte di presunti ex-paramilitari colombiani contro una pattuglia dell'esercito venezuelano.

Un fiume di venezuelani si è riversato nella città di Cucuta. Sono tornati felici, con valigie e buste piene di generi di ogni tipo, dalla carta igienica all'olio. I due ponti per passare dall'altra parte hanno aperto presto, al mattino, senza restrizioni, a parte il controllo della carta di identità, quindi non è stato difficile attraversarli.

Le autorità della Guardia nazionale venezuelana e la polizia di entrambi i paesi sono state impegnate a lungo per controllare che il passaggio avvenisse senza problemi. Si parla di un flusso di oltre 100mila persone secondo le stime dei colombiani. La maggior parte di loro proviene dalla regione di confine di Tachira, ma in tanti anche da più lontano, alcuni da Caracas. "Sono partito alle 7 di sera - racconta un uomo - sono arrivato alle 11 del mattino e qui al confine verso l'una. Sono andato al supermercato, ho preso tutto quello che potevo riportarmi indietro sul bus". Non trattiene le lacrime per la difficile situazione. "Lo faccio per i miei figli - i miei tre figli - è un momento difficile" dice.

"Medicine, soprattutto medicine - dichiara un altro venezuelano - non le troviamo e abbiamo bisogno di farmaci per il Parkinson, per la pressione, abbiamo tanti parenti in famiglia che le devono prendere e non le trovano".

Il governo colombiano, per agevolare gli acquisti, ha annunciato l'invio di un convoglio speciale per rifornire i supermercati di Cucuta con i prodotti più richiesti.