Washington (askanews) - L'amministrazione Trump smantella un altro pezzo importante dell'epoca Obama, quello sulla contraccezione gratis, in nome della libertà religiosa. I datori di lavoro americani potranno rifiutarsi di fornire alle dipendenti polizze assicurative che comprendano i metodi contraccettivi, se considerati in contrasto con i loro valori etici o religiosi.

"Il presidente ritiene che la libertà di esercitare la propria fede sia un diritto fondamentale in questo paese. Il governo federale deve proteggere questo diritto e fino a che Donald Trump sarà presidente lo farà" ha detto Sarah Sanders portavoce della Casa Bianca.

In questo modo, viene cancellata una delle norme più importanti inserite da Barack Obama nella sua riforma sanitaria, ma anche più attaccate dai conservatori.

Obama aveva obbligato i datori di lavoro a coprire tutte le forme di contraccezione, come per esempio la pillola anticoncezionale e quella del giorno dopo. Oltre 55 milioni di donne facevano affidamento su questo obbligo federale, aveva reso noto l'amministrazione Obama, per avere accesso gratuito ai metodi contraccettivi. Per i repubblicani, l'obbligo imposto dalla precedente amministrazione era "lesivo della libertà religiosa".

Le prime azioni legali per impugnare il provvedimento sono già state preannunciate, dai movimenti in difesa della donna che si preparano a dar battaglia invocando la "discriminazione sessuale e religiosa".