Tunisi, (askanews) - Claudia Cardinale ospite d'onore a Tunisi, dove l'attrice è nata nel 1938 da genitori siciliani, per l'inaugurazione della "Città della cultura", un mega-complesso che comprende un museo d'arte contemporanea, un teatro d'opera da 1.800 posti, due teatri, cinema, una biblioteca e diversi studios. Il ministro della Cultura tunisino, Mohamed Zine El Abidine:

"Dopo anni e forse decenni, la Tunisia oggi ha il più grande complesso culturale del Maghreb, mondo arabo e Africa, e dobbiamo sottolinearlo".

Inizialmente lanciato sotto la presidenza di Zine el Abidine Ben Ali, il progetto era stato abbandonato dopo la rivoluzione del 2011 per poi essere ripreso nel marzo 2016. Situata nel centro di Tunisi, la Città della Cultura si estende su nove ettari di terreno e si stima costerà 130 milioni di dinari (oltre 40 milioni di euro).

L'inaugurazione è stata presieduta dal presidente tunisino Beji Caid Essebsi, secondo il quale "ogni tunisino deve essere orgoglioso di questo progetto, la cultura è lo strumento principale con cui combattere il terrorismo".