Pechino (askanews) - Pechino lancia messaggi rassicuranti al mondo economico. Il presidente cinese Xi Jinping, aprendo il Congresso del partito comunista, ha assicurato che l'economia della Cina non chiuderà le porte al mondo, rassicurando gli investitori stranieri che cercano segnali sulla volontà di Pechino di attuare strutturali riforme di mercato.

L'apertura porta progressi, la solitudine se li lascia alle spalle. Per questo la Cina non chiuderà le sue porte al mondo, diventando sempre più aperta, ha garantito Xi che ha anche promesso di difendere i legittimi diritti e interessi degli investitori stranieri.

Ma il presidente cinese ha dichiarato di volersi opporre con fermezza a ogni iniziativa che possa minare la leadership del partito comunista.

"Dobbiamo opporci fermamente alle parole e agli atti di quanti danneggiano, sabotano e mettono in difficoltà l'autorità del partito e il sistema sociale nazionale. Dobbiamo fare di più per proteggere gli interessi del nostro popolo opponendoci con fermezza a tutte le iniziative che danneggino i suoi interessi o cerchino di separare il partito e il popolo", ha detto Xi nella sessione di apertura di un Congresso che dovrebbe, secondo le previsioni, consolidare il suo potere.