I media di Pechino hanno ignorato la controversa ricorrenza