Pechino (askanews) - Alberi sradicati e interi villaggi sono stati rasi al suolo da quello che è stato definito come il peggior tornado che si è abbattuto sulla Cina negli ultimi 50 anni. Il bilancio delle vittime per le piogge che hanno investito la provincia orientale di Jiangsu è salito a 98 morti e 800 feriti.

Il presidente cinese Xi Jinping ha dato l'ordine di attivare tutti i soccorsi. Il vicepremier Wang Yang ha attribuito il maltempo al fenomeno del Ninho.

Piogge torrenziali stagionali si sono abbattute su diverse città della Cina per tutta la settimana, causando danni stimati in 2,7 miliardi di yuan (410 milioni di dollari). Le gru scavano tra le macerie dei villaggi del distretto di Funing, una delle zone più colpite. Oltre mille agenti sono al lavoro per partecipare alle operazioni di soccorso.