E' uno sguardo sul futuro quello che inizia al Ceatec (Combined Exibition of Advanced Technologies), la piu' importante fiera dell'hi-tech dell'Asia, che si apre oggi alla Makuhari Messe di Chiba, non lontano da Tokyo. Se pure non e' piu' il luogo privilegiato per il lancio di nuovi prodotti, Ceatec resta un contesto di primissimo piano per rendersi conto di come l'Internet delle Cose, la robotica, l'intelligenza artificiale e la realta' virtuale cambiera' sempre piu' la nostra vita.
Sono presenti 648 aziende da 24 Paesi (contro 531 nell'edizione precedente). Una sezione speciale e' dedicata all'IoT (Internet of Things): un mercato in rapida espansione in cui i prodotti diventano fornitori di servizi e tutto e' interconnesso in modo intelligente. Ci puntano molte aziende, tra cui la Hitachi che torna al Ceatec dopo una assenza di tre anni. I visitatori potranno divertirsi scoprendo una miriade di nuove opportunita'. Ad esempio, Mitsubishi UFJ presenta una app smarphone che consente facilmente di aprire un conto bancario online (il primo servizio di questo tipo in Giappone). Omron introduce la terza generazione del robot interattivo Forpheus, con cui si puo' giocare a ping pong. Forpheus e' in grado di rendersi conto del livello di abilita' del giocatore umano e fargli da allenatore. Toyota introduce un baby-robot, Kirobo Mini, che somiglia a un bambinello (ma e' alto solo 10 cm) e parla come un bambino dando l'illusione di un rapporto a livello emozionale: e' in grado di comunicare e reagire a sollecitazioni, connesso a uno smartphone. Andra' in vendita l'anno prossimo in Giappone e ha gia' fatto scalpore come un nuovo tipo di “companion robot” che potrebbe rendere meno infelici persone sole o donne che si rammaricano di non avere figli.
Un ampio spazio in fiera e' dedicato alla realta' virtuale, che promette di cambiare tutto il settore dell'entertainment. Impressionanti le nuove tecnologie che consentono di trasmettere informazioni attraverso il corpo umano: Panasonic, ad esempio, assicura che in futuro i giapponesi potranno fare a meno di scambiarsi biglietti da visita cartacei (bastera' una stretta di mano per “far passare” le informazioni). Per chi non si fida dei dati delle centraline comunali, Mitsubishi Electric offre un piccolo dispositivo che consente di leggere la qualita' dell'aria e i livelli delle polveri. Si sa che molti mestieri diventeranno presto obsoleti. A rischio sono anche i traduttori: un tablet interattivo, sempre di Mitsubishi Electric, consente una comunicazione rapida ed efficiente tra chi parla lingue diverse.