New York, (askanews) - Cambridge Analytica ha dichiarato bancarotta negli Stati Uniti. L'azienda britannica di analisi dei dati che lavorò per Donald Trump nella campagna presidenziale del 2016 e che è stata travolta dallo scandalo sull'uso non autorizzato dei dati di milioni di utenti di Facebook, ha depositato una richiesta di fallimento presso un tribunale di New York.

All'inizio del mese, la società aveva avviato procedure di insolvenza nel Regno Unito e negli Stati Uniti e aveva cessato "immediatamente tutte le sue operazioni".

Intanto, il numero uno di Facebook Mark Zuckerberg, sarà all'Europarlamento il 22 maggio per incontrare la Conferenza dei Presidenti e fornire chiarimenti in merito ai dati utilizzati da Cambridge Analytica. Uno scandalo che ha travolto il social network, minandone l'affidabilità. L'intervento dell'amministratore delegato è visto con apprezzamento dal predisente del Parlamento europeo Tajani secondo cui i cittadini europei "meritano una completa e dettagliata spiegazione" su quanto accaduto.