Roma, (askanews) - Non c'è pace per il voto in Austria: il paese alpino ha deciso di votare il 4 dicembre per il ballottaggio delle presidenziali tra il candidato liberal-ecologista Alexander van der Bellen e l'esponente dell'estrema destra Norbert Hofer, dopo il rinvio del voto del 2 ottobre a causa delle buste di voto postale difettose.

In conferenza stampa il ministro degli Interni Wolfgang Sobotka ha spiegato con dovizia di particolari le problematiche delle buste difettose, la cui colla nella parte superiore non sigilla perfettamente.

Il ministro non ha escluso conseguenze personali per questa ennesima debacle nell'organizzazione del voto.