Belfast (askanews) - La Premier britannica Theresa May ha tentato da Belfast di rassicurare i nordirlandesi, escludendo l'idea di un ritorno alle "frontiere del passato" e ai controlli doganali con la vicina Irlanda a seguito del voto del 23 giugno a favore della Brexit.

"L'Irlanda del Nord avrà come è naturale una frontiera con l'Irlanda che resterà membro dell'Ue. Comunque noi abbiamo avuto una zona di libera circolazione fra Regno Unito e Repubblica d'Irlanda numerosi anni prima che i due Paesi diventassero membri dell'Ue. Nessuno vuole tornare alle frontiere del passato", ha dichiarato in una conferenza stampa congiunta con la First minister nordirlandese Arlene Foster, promettendo di trovare una "soluzione pratica" per le due parti dell'isola.

Dopo la Scozia e il Galles, la leader conservatrice ha concluso il suo tour delle nazioni che compongono il Regno Unito a meno di due settimane dal suo investimento alla guida dell'esecutivo britannico in cui ha promesso di proteggere "l'unione" del regno. Ovunque Theresa May ha ripetuto Brexit significa Brexit, ma sui modi e tempi dell'uscita dalla Unione Europea prende tempo.

(immagini Afp)