Roma, (askanews) - Un boato nel centro storico di Istanbul. Una bomba è esplosa contro un autobus della polizia uccidendo almeno 11 persone, sette agenti e quattro civili. Altre 36 persone sono rimaste ferite, alcune in modo grave.

L'ordigno piazzato su un'autovettura è stato fatto detonare a distanza al passaggio del bus su cui viaggiavano agenti della polizia anti-sommossa. L'esplosione è avvenuta nel quartiere di Beyazit, nei pressi dei principali siti turistici della città e della stazione della metropolitana Vezneciler, che è stata chiusa per motivi di sicurezza. Gli agenti stanno controllando l'area per scongiurare la presenza di un secondo ordigno inesploso.

Non ci sono ancora informazioni sui responsabili dell'attacco, ma dall'inizio dell'anno la Turchia è stata colpita da diversi attentati e ad aprile l'ambasciata americana in Turchia ha lanciato l'allarme su "minacce credibili" contro zone turistiche di Istanbul e Antalya. Una situazione che ha già creato forti ripercussioni sul settore turistico: ad aprile si è registrato un calo di oltre il 28% rispetto allo stesso mese del 2015.