Tel Aviv (askanews) - Due palestinesi hanno seminato il terrore a Tel Aviv, aprendo il fuoco in maniera indiscriminata contro i clienti seduti ai tavoli di un locale in un'area centrale della città israeliana. Sono almeno quattro le persone uccise, altre cinque sono rimaste ferite.

Si tratta di uno degli attacchi più sanguinosi messi in atto dopo l'ondata di violenze di ottobre. I due giovani autori dell'attentato sono stati arrestati.

La zona colpita è quella del mercato di Sarona, a due passi dal ministero della Difesa. Israele ha immediatamente sospeso i permessi d'ingresso a 83mila palestinesi per il Ramadan, dopo il sanguinoso attentato che ha colpito Tel Aviv.

(immagini Afp)