Londra (askanews) - Il terrorismo non ha nulla a che fare con l'attacco a Londra ad opera di un uomo armato di coltello che ha ucciso una donna e ferito altre cinque persone. Lo ha assicurato la polizia britannica dopo aver indagato sull'assassino, un 19enne norvegese di origine somala con problemi psichici.

"Non abbiamo trovato alcuna prova di radicalizzazione o nient'altro che potrebbe suggerire che l'uomo in stato di fermo sia stato motivato dal terrorismo", ha detto il vicecommissario Mark Rowley.

L'attentato è avvenuto alle 22.30 di mercoledì a Russell Square quando il killer ha colpito alla schiena una donna americana, poi morta, continuando poi a scagliarsi sui passanti. I feriti, tutti non gravi, sono di nazionalità britannica, statunitense, australiana e israeliana. Secondo la polizia l'aggressore avrebbe colpito a casaccio e agendo d'impulso.