Barcellona (askanews) - Barcellona, scossa dai sanguinosi attentati che l'hanno colpita giovedì scorso, ha voluto commemorare le vittime in una messa nella chiesa-simbolo della Sagrada Familia. Una messa per la pace che vuole mandare un messaggio di forza a tutta l'Europa. La grande cattedrale progettata da Gaudì secondo quanto ha scritto il quotidiano El Espanol era uno dei possibili obiettivi nel mirino dei terroristi. Re Felipe, il primo ministro Mariano Rajoy e il presidente della Catalogna Carles Puigdemont hanno preso parte alla cerimonia, sotto un controllo molto rigido delle forze dell'ordine.

Tre gli italiani morti sulla Rambla di Barcellona: Bruno Gulotta, 35 anni, in vacanza con la moglie e i due figli piccoli; Luca Russo, 25 anni, in visita nella città con la ragazza, rimasta ferita; e Carmen Lopardo, 80 anni, che viveva da 60 anni in Argentina.