Roma, (askanews) - Sfruttare l'innovazione tecnologica per migliorare la competitività dell'industria avendo al centro del processo di trasformazine il capitale umano. E' questo il cardine dell'attività di sviluppo di Ansaldo Energia, con i criteri del programma Industria 4.0, ha spiegato Luca Manuelli responsabile del settore Digital, partecipando al Forum Both 2018 organizzato da Confindustria Romania.

Tra le innovazioni messe in campo negli ultimi 10 anni lo sviluppo integrato dei prodotti con le attività di service, la diagnostica a distanza con un centro di monitoraggio che sorveglia 200 centrali con 300 turbine, informazioni che poi vengono utilizzate per migliorare le prestazioni, l'efficienza e la qualità, allungando la vita ai prodotti. Inoltre Ansaldo Energia sta lavorando a un paradigma di manutenzione predittiva, senza interrompere la produzione.

Ma al centro di tutto c'è il capitale umano, ha sottolineato Manuelli: "Nei processi produttivi il robot deve integrare le capacità umane, per esempio abbiamo sviluppato con l'Istituto italiano di tecnologia un robot che entra dentro la camera di combustione due giorni prima che ci siano le condizioni per un tecnico per fare un'ispezione. Questo è un vantaggio fantastico perché tramite un'ispezione digitale possiamo dare tutte le informazioni al tecnico per prevenire il guasto. E' fondamentale avere il fattore umano sempre al centro di questa trasformazione".