Roma, (askanews) - I golpisti come la Loggia P2, o la mafia, o come i regimi nazisti e stalinisti. L'accusa arriva dall'ambasciatore turco a Roma, Aydin Sezgin. "Parliamo di una rete estremamente diffusa, che si è infiltrata in tutto il Paese e che procede per vie assolutamente antidemocratiche, che mira ad ottenere il controllo dello Stato e del potere passando per vie illegittime. Questo sarebbe un regime dittatoriale. Feto si è infiltrato in quasi tutti i settori della società in modo capillare. La paragono alla Loggia P2, alla mafia. È un'organizzazione strutturata intorno al culto personale, che segue una base religiosa attraverso le infiltrazioni e che intende prendere il possesso del potere in tutto lo stato, seguendo la stessa mentalità che favorisce i partiti all'interno dei regimi totalitari. Feto ha punti in comune con il partito comunista dell'epoca di Stalin o con il nazismo".

Ha aggiunto l'ambasciatore: "Per noi si tratta di una minaccia grande quanto quella del Daesh, una minaccia che intendiamo assolutamente sventare".