Philadelphia (askanews) - L'ultima serata della kermesse democratica a Philadelphia con l'incoronazione della candidata presidente è stata un lungo sforzo per vendere il prodotto Hillary Clinton, che risulta ancora molto indigesto al pubblico in generale e anche a una parte dei democratici. Una serata che ha sottolineato pesantemente il valore storico della candidatura di una donna, la prima di un grande partito. La platea sembrava d'accordo: a Philadelphia si è fatta la storia.

La serata è culminata con il discorso della candidata, presentata dalla figlia Chelsea Clinton, oggi mamma di due bambini. Hillary Clinton dunque, moglie e madre e nonna. Chelsea lo sottolinea: sono qui come americana, democratica, una madre orgogliosa e stasera una figlia molto, molto orgogliosa.

Fra gli altri oratori sul palco anche una cantante, Katy Perry, che ha ricordato agli americani che ogni voto conta, e il suo andrà a Hillary Clinton:

Chissà se basterà e chissà se basterà il sostegno di Barack Obama e di tutto l'establishment democratico incluso lo sconfitto Bernie Sanders. Sono in tanti gli americani convinti che Hillary sia una bugiarda e una truffatrice: adesso mancano cento giorni al voto, cento giorni per convincerli.

(immagini AFP)