Palermo, (askanews) - "Il mediterraneo deve essere un mare che unisce e non un mare che divide. E si può realizzare pace e sicurezza anche attraverso la cultura". Così il ministro degli Esteri Angelino Alfano, a Palermo, alla conferenza "Italia, culture, Mediterraneo", organizzata alla vigilia della Conferenza Mediterranea dell'Osce. Presenti il capo della diplomazia di Tunisi, Khemaies Jhinaoui, e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Nei prossimi due giorni Palermo diventa "capitale del Mediterraneo":

"L'abbiamo scelta proprio per la sua centralità storica e geografica nel Mediterraneo. Un ponte tra due culture: noi presidiamo l'organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa e abbiamo voluto che nel parlare di sicurezza si parlasse anche di dialogo interculturale e del fatto che se non ci si odia e ci si conosce meglio è più facile fare un'azione sulla sicurezza".