Cleveland (askanews) - Donald Trump conferma la sua tendenza a rompere ogni schema e si presenta sul palco in apertura della Convention repubblicana a Cleveland invece di aspettare come da tradizione la nomina. Lo fa per presentare, da vero showman, la moglie, Melania Trump, 46 anni, ex modella, a cui è toccato il compito di rendere più umano il candidato alla presidenza degli Stati Uniti.

"Donald ha intenzione di rappresentare tutte le persone non solo alcune. Questo include cristiani, ebrei, musulmani. E include afroamericani, asiatici, i poveri e la classe media" ha detto tentando di stemperare i toni di spesso oltre il limite del marito, soprattutto nei confronti delle minoranze.

"Se volete qualcuno che combatta per voi e il vostro paese posso assicurarvi che lui è il vostro uomo" ha aggiunto, in un discorso in cui ha più volte sottolineato l'importanza dei valori e dalla famiglia. Uno dei passaggi più contestati dalla stampa perché ritenuto copiato, in alcune frasi parola per parola, dal discorso alla covention del 2008 di Michelle Obama.

Una polemica che appesantisce una già faticosa convention per i repubblicani in cui non sono mancate le proteste dei delegati anti Trump. L'obiettivo dei prossimi giorni sarà proprio riunire il partito, e soprattutto la sua ala moderata, nel nome del candidato Donald Trump.