Tokyo, (askanews) - Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha trionfato alle elezioni di domenica 22 ottobre: nel voto anticipato per il rinnovo della Camera dei rappresentanti ha confermato il suo mandato e ottenuto la maggioranza dei due terzi.

La borsa di Tokyo ha segnato un record, alimentato dalla vittoria di Abe e dalla continua discesa dello yen: il listino giapponese ha chiuso con un rialzo dell'1,11%, segnando il livello più alto dal 1996.

Accettando "con umiltà" la sua vittoria, il primo ministro nippponico ha ribadito la volontà di lavorare con gli Stati Uniti, la Cina e la Russia per contenere le ambizioni nucleari della Corea del Nord, con una "diplomazia forte e risoluta":

"Svilupperemo una diplomazia forte mentre si intensifica la situazione della Corea del Nord, in cambio dello scenario di fiducia dato dalla gente".

E sul piano di procedere a una riforma della Costituzione in senso pacifista, il premier ha sottolineato:

"Emendare la Costituzione è un obiettivo che il partito liberal democratico (Ldp) si era posto dalla sua fondazione. Approfondiremo la discussione sulla questione all'interno del partito e la presenteremo all'esame di un comitato costituzionale per un'ulteriore discussione in parlamento".