Roma, (askanews) - Divertimento per tutti all'aria aperta, senza pensare, almeno per un attimo, alla propria drammatica situazione e alle difficoltà quotidiane di chi è costretto a fuggire dal proprio paese. A Parigi, un gruppo di volontari ha organizzato il "Ballo dei migranti", un'iniziativa benefica a cui hanno preso parte a decine, ballando, ascoltando musica e mangiando tutti insieme, davanti alla stazione della metro Stalingrad. Ai migranti si sono uniti anche molti parigini e turisti capitati per caso e alcuni dei ragazzi hanno dato prova di essere abili ballerini.

"Ci siamo detti: se la gente continua a far finta che i migranti siano invisibili, il nostro compito è organizzare eventi come questo, un grande ballo per i migranti di Parigi e proprio dove vivono loro, dormendo all'aperto sui cartoni", ha spiegato Heloise Mary, presidentessa dell'ufficio che si occupa dell'accoglienza e dell'accompagnamento dei migranti in Francia.

"La situazione dei rifugiati è terribile - racconta Samir, che viene dall'Afghanistan - io dormo qui sotto un ponte. Oggi ci hanno detto che c'era una festa per dimostrare ai francesi che devono rendersi conto dei migranti, che esistiamo, ma al momento non stanno facendo nulla per noi in Francia".

"E' dura dormire all'aperto - dice Bokoum, fuggito dal Mali - soprattutto quando piove o quando fa freddo, è davvero un inferno".

I volontari hanno lavorato sodo per rendersi utili. "Il cibo è gratis - spiega Jenna, turista libanese che si è improvvisata volontaria - ognuno ha portato quello che aveva, siamo qui solo perché nel nostro piccolo vogliamo aiutare".