Roma, (askanews) - Dopo la Colombia, quest'anno è stata Lille, nel nord della Francia, a ospitare il campionato mondiale di Scrabble in spagnolo, uno dei più famosi giochi da tavola del mondo, il cugino del nostro Scarabeo, non diffuso in Italia e con alcune differenze rispetto alla nostra versione sul numero di caselle, di lettere e per le regole sul come assegnare il punteggio, ma molto simile.

Qui due giocatori devono disporre sette lettere estratte a sorte, in modo da comporre una parola di senso compiuto che faccia conquistare il maggior numero di punti su un tabellone di 225 caselle. Al campionato in spagnolo partecipano 102 concorrenti provenienti soprattutto da Spagna e America Latina divisi in quattro categorie. E c'è quasi parità di genere.

"Il numero di uomini e donne è quasi lo stesso se si paragona ad altri gochi da tavolo - ha spiegato il direttore del torneo Omas Sandoval - i giocatori sono soprattutto adulti, non ci sono abbastanza giovani, o quanti speravamo".

Per giocare a scrabble servono più requisiti, dice Javier Guerrero, presidente della federazione internazionale di scrabble in spagonolo. "Competenze linguistiche, la cosa più importante, e strategia, perché se non si conoscono tutte le parole con una buona strategia si può battere un campione. La cosa migliore è avere un po' di entrambe, per riuscire sempre a creare una parola".

Il campione in carica è il venezuelano Airan Perez. "Per prima cosa bisogna essere metodici - spiega - Studiare molto, e leggere molto. Lo strumento di base da usare è il dizionario, avendo un buon vocabolario a disposizione ovviamente è più facile vincere".