Bangkok (askanews) - Centinaia di monaci buddisti hanno celebrato a Bangkok i 70 anni di regno del rispettato re della Tailandia, che è ricoverato e da mesi non appare pubblico, in un momento delicato dell'instabile vita politica del paese del Sudest asiatico.

In Thailandia è al potere una giunta militare che fa proprio riferimento al re come suo elemento di legittimazione. I militari hanno realizzato un colpo di stato nel 2014 dicendo di voler difendere la monarchia, usando così il nome del monarca Bhumibol Adulyadej come elemento unificante in un paese profondamente diviso.

Bhumibol è asceso al trono il 9 giugno 1946, dopo la mortemisteriosa del fratello, il re Ananda Mahidol, che fu trovato nella sua stanza con un colpo di pistola alla testa.

Il vecchio monarca è ancora nel pieno delle sue funzioni.

Il re in Thailandia è presentato come un semidio e come padre della nazione. E' tutelato da una delle più severe leggi di lesa maestà al mondo.

(immagini Afp)