Madrid, (askanews) - La cantante cubana, naturalizzata americana, Gloria Estefan, ha ricevuto la Medaglia d'oro al merito delle Belle Arti a Madrid, in Spagna per la sua carriera. In 30 anni ha venduto più di 100 milioni di dischi in tutto il mondo, diventando una delle artiste latine più famose.

Estefan, che è arrivata alla cerimonia accompagnata dal marito Emilio Estefan, ed è stata premiata dal ministro della Cultura Jose Guirao, ha detto la sua sulla politica tolleranza zero del presidente Usa Donald Trump sui migranti. Anche lei, quando aveva solo un anno, dovette scappare da Cuba perché suo padre era la guardia del corpo della famiglia del presidente, il Generale Batista, e quando Fidel Castro prese il potere dovette fuggire negli Stati Uniti con la famiglia.

"Ho visto varie campagne presidenziali e ogni volta che ce ne è una gli ultimi che arrivano nel Paese sono quelli che pagano il prezzo più alto. Usano la paura per controllare i voti o spaventare le persone, se non votate per me accadrà questo, dicono, ma io non mi spavento perché ho visto quello che è accaduto in passato. Quello che spaventa è la separazione dei bambini dai loro genitori, ci sono tante organizzazioni che si sono unite per seguire quello che accade e sapere cosa è successo loro. Credo comunque che sia un momento difficile, penso che ci sia nervosismo negli Usa e che sia in generale un momento difficile in tutto il mondo".