Roma, (askanews) - Grande anteprima mondiale a Firenze di "Inferno", il nuovo film di Ron Howard, tratto dal best seller di Dan Brown. Nel sontuoso Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio è arrivato il regista premio Oscar, insieme a tutto il cast, da Tom Hanks a Felicity Jones, Irrfan Khan e Omar Sy, e c'era anche lo scrittore Dan Brown.

"Inferno" segue ancora una volta le avventure del simbolista Robert Langdon che si risveglia in un ospedale di Firenze, vittima di una profonda amnesia, dopo che uomini misteriosi hanno tentato di ucciderlo. Si affida a un medico per recuperare i suoi ricordi e svelare ancora una volta i misteri che si annidano intorno all'opera immortale di Dante. Il film è stato girato in gran parte a Firenze e a Venezia e uscirà al cinema dal 13 ottobre.

Tom Hanks: "In questo adattamento dal libro parliamo del concetto di 'Inferno' creato sula Terra. Dante descrive un luogo ben preciso. E il personaggio di Zobrist nel nostro film e l'idea del sovraffolamento ci mettono davvero davanti all'idea che stiamo creando la nostra versione dell'Inferno di Dante qui nel mondo reale". E secondo l'attore non è così solo nel film, basta pensare a quello che facciamo con l'ambiente, alle persone che sono ancora tenute in schiavitù, alla povertà, tutte cose che abbiamo creato noi stessi in un modo o nell'altro".

"Film come questo sono divertenti da fare - ha detto ancora Hanks - difficili da capire, da adattare, da realizzare, ma girare con questo cast ogni giorno è stato un piacere, essere in posti come Firenze e Venezia è stato un periodo dannatamente bello, mi sono sentito l'uomo più felice del mondo".