Roma (askanews) - Arriva in Italia una delle serie tv più attese dell'anno, "The Handmaid's Tale", in anteprima esclusiva su TIMVision da martedì 26 settembre. Racconta un futuro distopico senza libertà in cui le donne sono considerate proprietà dello Stato. Ispirata all'omonimo romanzo di Margaret Atwood, ha appena trionfato agli Emmmy Awards, dove ha vinto otto premi, tra cui quello per miglior serie drammatica e per miglior attrice protagonista a Elisabeth Moss.

La storia è ambientata in un futuro non troppo lontano, in cui gli Stati Uniti sono caduti sotto un regime guidato da estremisti religiosi che, dopo aver imposto la legge marziale e sospeso la Costituzione in seguito ad un attentato, hanno creato uno Stato totalitario, militarizzato e misogino.

La popolazione femminile è divisa in diverse categorie, accomunate dall'impossibilità di avere qualsiasi libertà di base: lavorare, leggere, uscire di casa, parlare o possedere denaro. Le "ancelle", uniche fertili fra tutte le categorie riconosciute, sono considerate utili solo per la procreazione.

La serie è incentrata sulla figura di una di loro, Difred, che ricorda perfettamente com'era la vita prima di questo regime. E già nel primo episodio c'è una grande sorpresa: Margaret Atwood, l'autrice del libro, compare in un cameo: interpreta una Zia che schiaffeggia la povera Difred, colpevole di non essersi unita al coro delle colleghe durante una lezione.