Kampala, Uganda (askanews) - Dieci anni fa Phiona Mutesi viveva una vita miserabile a Katwe, bidonville di Kampala, la capitale ugandese, cercando di sopravvivere giorno per giorno. Poi, in un improvvisato quanto improbabile club di scacchi dove insegnava un maestro visionario e carismatico scoprì di essere un talento naturale e straordinario per questo gioco di strategia.

La storia di questa famiglia dell'Africa orientale oggi è diventata la sceneggiatura di "Queen of Katwe", la Regina di Katwe, un film della Disney dove l'attrice keniana premio Oscar Lupita Nyong'o ricopre il ruolo della madre di Phiona.

L'uomo dietro il successo di questa ragazza di strada diventata campione di scacchi è Robert Katende, che ha sacrificato la sua carriera di perito tecnico per insegnare ai ragazzi della bidonville di Katwe a giocare a scacchi nella convinzione, missionaria e profetica, che la disciplina e la strategia imposte da questa specialità avrebbe potuto aiutarli a superare le drammatiche difficoltà cui devono fare fronte quotidianamente. Phiona arrivò nella sua classe per caso, come tutti gli altri ragazzi del corso costretta a vivere sulle strade di Katwe. Robert se la ricorda bene:

"Quello che colpiva subito in lei era la determinazione a sopravvivere. È raro trovare ragazze nel quartiere. Sono sempre impaurite a causa della situazione, marginalizzate e spinte a pensare che non possono realizzare niente. Ma lei è sempre stata determinata a trovare la sua strada".

Dopo due anni di apprendistato, Phiona conquista il campionato juniores di scacchi, tre anni dopo vince il torneo nazionale ugandese. Nel 2012, a 16 anni, viene candidata al titolo di Maestro mentre gareggia nella sua seconda Olimpiade di scacchi. Ora il suo sogno è diventare Gran maestro.

Alla premiere del film a Kampala, Robert e Phiona sono fianco a fianco, spaesati, sul red carpet. Un'esperienza che ha cambiato per sempre le loro vite.

"Sono tutte cose che non avevo mai né visto né vissuto" spiega Phiona. "Il red carpet, il pubblico così numeroso, l'emozione per il film, il primo che vedevo, tutte cose che non mi aspettavo e che facevo fatica a comprendere e persino a credere".

Protagonista fissa dei più prestigiosi tornei internazionali, dal Sudan alla Siberia, il prodigio degli scacchi di Katwe si gode il successo del film dedicato alla sua vita presentato a settembre al Toronto Film Festival, già nelle sale statunitensi e a breve anche in quelle britanniche e irlandesi. Un film che le ha cambiato la vita. A 20 anni Phiona, insieme al fratello Mugabi, può ora permettersi di andare all'università mentre con la madre abitano adesso in una casa con tutti i comfort. Ma l'incredibile storia della Regina di Katwe continuerà a commuovere e viaggiare in tutto il mondo.

(Immagini Afp)