Roma (askanews) - E' il "Tg Porco" di Sabina Guzzanti la grande novità di quest'anno di "Piazzapulita", il programma di Corrado Formigli in onda il giovedì su La7. L'attrice-regista ha pronta una parodia di Virginia Raggi, e sul filo dell'attualità riproporrà i suoi personaggi, come Maria Elena Boschi quando si parlerà di referendum, e ne proporrà di nuovi.

"Ci sarà sempre una conduttrice, che è questa Venezia Cartolani che è la giornalista più privilegiata di tutti, l'ultima che è rimasta con un contratto di quelli che non prevedono licenziamenti neanche in caso di decesso, e c'è la sua antagonista che è l'inviata aggratis che si chiama Mara Ventura che appunto si ostina a dare le notizie, cosa che manda nel pallone la conduttrice, che è appunto filogovernativa".

"Sabina fa il tipo di satira giusta per un programma come il nostro: fa ridere, fa incazzare, fa riflettere, ma c'ha sempre un elemento di profondità. E' una delle poche persone che ha il coraggio di andare contro la morale corrente".

Formigli, per il settimo anno alla guida del programma, proporrà, fra l'altro, reportage e approfondimenti sul terrorismo islamista, per riflettere sulle paure che si vivono ormai nelle nostre città: "Il nostro impegno è di mostrare al pubblico quello che gli altri non fanno vedere, cioè cercare di andare dove gli altri non vanno, cercare di mantenere una profondità del racconto e una qualità del racconto".

In ogni puntata "Piazzapulita" ospiterà il racconto della politica di Marco Damilano e dedicherà uno spazio alle quotidiane storie di corruzione da parte dei cittadini: "Racconteremo i comportamenti degli italiani, perché se noi siamo un Paese in queste condizioni è perché la responsabilità è degli stessi cittadini, che non denunciano, non vigilano abbastanza, e sono i primi a non rispettare legalità e le regole il cui rispetto pretendono da politici e rappresentanti delle istituzioni".