Milano (askanews) - "Ricomincio da qui" è il secondo album di Luca Seta, cantante, musicista e attore che nel titolo e nelle 12 canzoni racconta la volontà di ripartire dopo un brutto infortunio in cui ha quasi rischiato di perdere un dito e che l'ha costretto a fermarsi per 4 mesi. Ad anticipare l'album il singolo omonimo, scritto dal cantautore insieme a Gabriele Buonasorte: la protagonista del video è la pattinatrice Valentina Marchei.

"È stata una prova umana difficile, adesso guardiamo avanti non ho troppa voglia di tornare indietro, non l'ho digerita del tutto e non sono al 100%, ho un intervento a ottobre, a suonare tornerò a gennaio- febbraio dell'anno prossimo, però torno a suonare guardiamo il bicchiere mezzo pieno. Il disco era già finito prima dell'infortunio la cosa incredibile o strana è che in realtà il singolo, che avevo già battezzato anche come titolo, è come se parlasse di questo".

La volontà di Luca Seta nel disco è di dire quello che pensa in modo dritto e onesto, come dimostra il monologo d'apertura "Mi presento".

"La svolta è stata non mettere più la mia felicità in mano ad altri, per il lavoro o per una donna o frequentazioni sbagliate, anche un amico può rovinarti la giornata o un mese. rendo chiaro soprattutto a me stesso e di conseguenza agli altri chi sono senza filtri o auto censura".

Il cantante dopo l'uscita del disco è impegnato in un tour instore per presentarlo a Milano, Catania, Roma e Napoli. Sarà in concerto l'8 aprile all Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio di Roma con la sua band. "Ho cambiato modo di pensare, l'infortunio l'ha amplificato, vivo al secondo neanche alla giornata, qui e ora, che non è non costruire perchè da quando ragiono così costruisco di più. Voglio fare un monologo a teatro, ne ho proprio voglia, non so se saranno parole mie, sulla tempistica non ho idea".