Roma, (askanews) - Lino Guanciale è protagonista insieme ad Alessandra Mastronardi della nuova serie tv "L'Allieva" in onda dal 27 settembre su Rai1 e ha raccontato ad askanews anche i suoi prossimi impegni, tra cui spicca un'altra serie dal titolo provvisorio "La porta rossa".

"Per quanto riguarda la tv spero che esca quanto prima una serie innovativa scritta da Lucarelli, che ha ideato una bella storia incentrata sulla figura di un commissario che al primo episodio muore, però non scompare e continua a indagare da fantasma su quello che è successo a lui e ad altre persone a lui legate - ha raccontato - è un noir molto bello che ha suscitato interesse anche all'estero, e speriamo vada in onda questa stagione, si parlava della primavera; 'La porta rossa' è il titolo provvisorio".

"Anche al cinema stanno tornando fuori delle belle opportunità, ma non ne parlo per scaramanzia - ha detto Guanciale - e il teatro non l'ho mai mollato. Debutterò il 26 ottobre a Roma con 'Ragazzi di vita' di Pasolini di Massimo Popolizio e con la mia compagnia tra Bologna e Firenze in aprile saremo in scena con 'Istruzioni per non morire in pace', un bel lavoro sulla Grande guerra, uno spettacolo-maratona di 9 ore diviso in tre parti".