Roma, (askanews) - Ama l'amatriciana, collezionista di 78 giri, amante del jazz. Roberta Mastromichele, fidanzata da anni con l'attore americano Matt Dillon, svela alcune curiosità del suo compagno.

"Il piatto preferito di Matt, italiano e credo in assoluto è l'amatriciana, più italiana di così...che io non so fare, ma non so fare niente, e quindi è un dettaglio".

In fatto di musica... "Non c'è una canzone in particolare, perché lui è molto particolare per la musica. È un collezionista di 78 giri, i vecchi vinili, di musica cubana, latina, africana. È molto particolare. Però ogni volta che ascolta Modugno è molto preso". "Una cosa che a Matt piace molto fare, e che io ho imparato a fare con lui, è sentire il jazz nei piccoli posticini, una cosa tipica da film per noi. Mentre a New York si fa con molta facilità. E quindi andiamo in questi posti piccolini dove suonano, bravissimi. È una cosa che mi fa molto Woody Allen".

Mastromichele è ora impegnata al Teatro Golden di Roma con la commedia "Quella piccola pazza cosa chiamata amore", scritta da Danilo De Santis e diretta da Lillo.