Roma, (askanews) - Guido e Maurizio De Angelis, due leggende delle colonne sonore del cinema italiano, saranno in concerto a Roma il 1 luglio (alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica) per la Reunion Live degli Oliver Onions, uno degli pseudonimi con cui sono conosciuti i due fratelli che nella loro lunga carriera artistica hanno scritto successi per Jane Birkin, Agnetha (Faltskog) degli Abba ma soprattutto per la coppia più famosa del western all'italiana Bud Spencer e Terence Hill. Roma sarà il lancio di trampolino per un tour europeo, ma tutto è partito da...

"C'è stato un produttore ungherese che ci ha invitato a fare un concerto a Budapest. Lui lo voleva come omaggio a Bud Spencer, che era morto da poco. Ovviamente la cosa ci ha preso di sorpresa perché sono tantissimi anni che non calchiamo più i palcoscenici".

"50 anni. Che non suoniamo dal vivo è dal concerto di Budapest e comunque erano 49 anni, a parte una piccola ospitata a Lucca nel 2007. A Roma mai... Dobbiamo risalire agli inizi della nostra carriera, quando suonavamo al Piper Club".

All'Auditorium Parco della musica sarà più di un semplice concerto. Sul palco con loro una superband composta da 18 elementi e un coro di 40 persone per l'immancabile Coro dei Pompieri:

"La maggior parte dei brani naturalmente con una bella orchestra, grande, e passeremo da Sandokan a Dunebaggy a Flying to the air a Bulldozer, al Coro dei pompieri, tutto. La maggior parte della nostra attività, non possiamo fare tutto perchè ci vorrebbero 7-8 ore".

"Questo era un brano nato per una scena particolare che poi si è rivelata essere molto divertente, comica, il brano è diventato una specie di cult, un tormentone. Questo brano era originariamente chiamato con un numero M27, perché quando si fanno le colonne sonore si danno dei numeri, ma poi abbiamo dovuto mettergli un nome di battesimo, 'Coro dei pompieri', perché tale era diventata la richiesta anche sul web, dal web in poi i nostri editori ci hanno consigliato di dargli un nome"

"Noi siamo prontissimi, speriamo anche il pubblico che viene a vederci. Abbiamo invitato gli Oliver Onions a fare questo concerto, però siccome uno dei due ritarda spesso, io lo sostituisco e il concerto si fa comunque, il primo luglio, ci vediamo lì".