Los Angeles, California (askanews) - I membri del direttivo della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, l'organizzazione che assegna i premi Oscar, si riuniranno nelle prossime ore per votare le sanzioni da assumere nei confronti del produttore Harvey Weinstein, membro eminente dell'Academy, travolto dalla bufera del sex scandal in cui viene accusato di molestie, aggressioni e abusi a sfondo sessuale compiuti nel corso di più decenni.

Tra le ipotesi verrà anche valutata l'espulsione di Weinstein, come già stabilito dal British Academy of Film and Television Arts, l'equivalente britannico dell'Academy, e persino di annullare il premio Oscar attribuito nel 1999 "Shakespeare in Love", pellicola da lui prodotta.

Travolta dallo scandalo anche la casa di produzione di cui il mogul cinematografico è co-fondatore. Secondo il Wall Street Journal, che cita un fonte vicina alla società, i membri del consiglio di amministrazione della Weinstein Company starebbero valutando le offerte di alcuni potenziali compratori a seguito del licenziamento in tronco dello stesso magnate hollywoodiano.