Roma, (askanews) - Il Teatro Eliseo ha donato l'incasso dell'anteprima di "Americani" alle vittime del sisma del centro Italia. Assieme all'incasso previsto per l'anteprima nazionale al Piccolo Eliseo di "American Buffalo", in programma il 27 settembre, sono già stati raccolti 25.000 euro, ha detto il direttore Luca Barbareschi. Ecco cosa ne pensano i protagonisti (e registi) delle due pièce firmate da David Mamet.

"E' una cosa bellissima e dobbiamo assolutamente farla, ma questo non deve esonerare le istituzioni dal fare le cose per cui i guai non accadano in maniera così terribile ogni volta. Perché non si può risolvere tutto con l'aiuto, la partecipazione, l'emozione, va fatta qualcosa a monte e a freddo", ha commentato Sergio Rubini, regista e interprete di "Americani", in scena al teatro Eliseo fino a domenica 30 ottobre.

"Questo è il nostro modo, semmai ce ne fosse bisogno, per dimostrare che il nostro è un movimento di lavoratori che è sempre stato sensibile e vicino a qualsiasi problema e a qualsiasi tragedia che ha colpito il nostro paese. E' evidente che è semplicemente un messaggio, ma sono le istituzioni che devono intervenire con grande forza, con grande tempismo e soprattutto bisogna lavorare sempre e comunque per provare a prevenire e mettere le persone nelle condizioni di non ritrovarsi a vivere o forse a non vivere in quello stato, ha aggiunto Marco D'Amore, protagonista di "American Buffalo", al Piccolo Eliseo fino al 23 ottobre.