Milano (askanews) - Chiusa la lunghissima storia con i Pooh, Dodi Battaglia guarda avanti ripartendo proprio dalle musiche della sua leggendaria band. Per fissare questo momento straordinario il 20 ottobre esce "e la storia continua "

"La storia come la musica non la puoi fermare, come dico all'interno della copertina di questo disco, era così tanta la voglia di suonare, emozionare ed emozionarmi ogni sera che il risultato naturale è la realizzazione di questo disco".

La storia dei Pooh è terminata il 30 dicembre 2016 con l'ultimo live a Bologna, ma nell'album di Dodi Battaglia e nei suoi concerti, rivive la band che ha conquistato e fatto cantare tante generazioni. Tra loro, conferma il chitarrista, non ci sono attriti.

"Loro mi hanno detto un grande in bocca al lupo che io ho condiviso. Anche per me qualsiasi cosa che riguarda i miei amici e colleghi Pooh è condivisibile e auguro a loro tutto il bene possibile e immaginabile, fermo restando che ci siamo detti che qualsiasi cosa noi si faccia deve assomigliare alla bellezza e alla grandezza delle cose fantastiche che abbiamo fatto nel corso degli anni".

Il suo primo disco live è stato registrato durante uno dei concerti del tour in cui per la prima volta si è esibito in tante canzoni dei Pooh senza gli altri membri della band.

"In questo caso 50 concerti in cui ogni sera c'erano tra 8-12 mila persone penso che sia una di quelle cose così emozionanti che è giusto metterle in un disco e anche in un Dvd che sta per uscire".

Dodi Battaglia che recentemente ha ricevuto una laurea honoris causa in "Chitarra elettrica" dal conservatorio "Egidio R. Duni" di Matera ha iniziato a insegnare musica e guarda al suo futuro.

"Credo che mi occuperò ancora di musica, probabilmente se il mio know-how servirà a qualcuno credo che mi occuperò di trasferire quello che io ho imparato in 50 anni di carriera attraverso le mie parole, il mio strumento a delle altre persone che vogliono fare questo di mestiere, perchè credo che non si possa buttare all'aria quello che si ha accumulato nel corso del tempo e deve essere un patrimonio condivisibile con altri".

Il 1 giugno 2018 festeggerà il suo compleanno e i suoi 50 anni di carriera con una grande festa in piazza Maggiore a Bologna, poi sarà la volta di una serie di nuovi concerti nei teatri italiani e già pensa a un disco dove cimentarsi ancora una volta con chitarra elettrica e acustica.