Londra, 19 feb. (askanews) - Continua il successo di Luca Guadagnino. Il suo film, "Chiamami col tuo nome" è stato premiato ai Bafta, gli Oscar inglesi, come miglior sceneggiatura non originale. I premi sono stati assegnati alla Royal Albert Hall di Londra in una cerimonia che ha visto sfilare le attrici in nero, proprio come ai Golden Globes, sull'onda degli scandali sugli abusi che hanno tavolto Hollywood e non solo, per denunciare le violenze sulle donne e difendere la parità di diritti e di salario.

Un ennesimo riconoscimento per Guadagnino, che continua la sua corsa verso gli Oscar che saranno assegnati il 4 marzo, in cui è in lizza con 4 candidature: "Da sempre per me i premi sono affascinanti, quindi mi sento davvero onorato di aver vinto un premio importante come un Bafta" ha detto il regista italiano.

Tra gli altri premiati, Gary Oldman ha vinto come miglior attore per il ruolo di Winston Churchill ne "L'ora più buia" e il film "Tre manifesti a Ebbing, Missouri" si è aggiudicato 5 premi, tra cui quello per il miglior film inglese e la miglior attrice Frances McDormand.

A Guillermo Del Toro è andato il Bafta per la regia per "La forma dell'acqua" che ha vinto anche per la colonna sonora e la scenografia. "Il messaggio centrale - ha ribadito il regista parlando del suo film candidato a 13 Oscar - è abbracciare l'altro. Può trattarsi di genere, sesso, paese d'origine, colore della pelle o religione. Il film cerca di dire questo: non esiste un noi e un loro, c'è solo un noi".

Sul tappeto rosso hanno sfilato anche il Principe William e la Duchessa Kate Middleton. Lei però non era in nero come le attrici, ma con un abito lungo verde scuro. Il protocollo reale proibisce di prendere posizione politica in situazioni pubbliche.