Roma, (askanews) - La nuova Tomb Raider, Alicia Vikander, debutta al cinema e sfila sul tappeto rosso davanti al Chinese Theatre di Los Angeles all'anteprima del film, il reboot della saga ispirata alla celebre serie di videogiochi.

Elegante, in nero, molto femminile, completamente diversa dall'eroina Lara Croft che interpreta sul grande schermo, una ragazza coraggiosa, spericolata, che corre, combatte, tira con arco e frecce, sfida il pericolo, alla ricerca del padre avventuriero scomparso.

"Lavorare sull'aspetto fisico è stata di sicuro la parte più dura - ha raccontato l'attrice svedese alla premiere - ha richiesto ore di allenamento e tanta disciplina. Ma i personaggi che interpreto mi toccano da vicino, mi piace conoscerli e renderli veri, questa credo sia la parte più difficile".

Un lavoro di sicuro non facile, dopo la Lara Croft di Angelina Jolie del 2001. "Non volevamo che questa Lara fosse una supereroina - ha spiegato il regista, il norvegese Roar Uthaug - ma una ragazza della porta accanto che poi, quando la storia va avanti vediamo trasformarsi nella Tomb Raider che tutti amiamo".